Barcellona – Liverpool, Tottenham – Ajax: è caccia alla finale di Champions

In bacheca ci sono ben cinque Coppe dei Campioni a testa: non potrà essere una sfida come le altre. Stiamo parlando della semifinale tra Barcellona e Liverpool, quella che secondo molti si può considerare una finale anticipata. Un cammino, quello dei blaugrana e dei Reds, per molti versi differente, ma con l’unico obiettivo di tornare ad alzare quella Coppa che manca da un po’ di tempo. Entrambe hanno avuto a che fare con l’egemonia targata Real Madrid nel corso degli ultimi anni, che ha dominato la principale competizione europea anche e soprattutto grazie ai gol di Cristiano Ronaldo.

Il Barcellona non vince da quattro anni la Champions League

Il Barcellona scende nuovamente in campo per una semifinale di Champions League che mancava da ben quattro anni, esattamente dall’ultima Coppa dalle grandi orecchie che ha messo in bacheca. Il Liverpool, invece, sta ritrovando quella continuità a livello europeo che mancava da tanto, troppo tempo. Barcellona che parte con i favori dei pronostici di Oddschecker, anche perché negli ultimi due scontri ad

Anfield ha sempre vinto, ma d’altro canto è bene sottolineare come la squadra inglese non abbia ancora raccolto sconfitte al Camp Nou, dove in quattro precedenti ha collezionato due vittorie e due sconfitte.

Come arriva il Barcellona

La squadra catalana arriva a questo appuntamento in grande spolvero, dal momento che ha appena trionfato nella Liga. Grazie al gol del solito Leo Messi, i blaugrana hanno battuto 1-0 il Levante e si sono aggiudicati per la ventiseiesima volta il titolo spagnolo. Il Real Madrid ha collezionato l’ennesima figuraccia, perdendo in casa del Rayo Vallecano 1-0, mentre l’Atletico Madrid raggiunge quota 74 grazie alla vittoria sul Valladolid. I punti di vantaggio dei catalani sono nove, ma a tre giornate dalla fine, anche se la squadra di Simeone riuscisse ad arrivare a pari punti, dovrebbe alzare bandiera bianca per via degli scontri diretti a sfavore. E ovviamente non poteva che essere la “Pulce” a mettere il sigillo su un’altra grande stagione del Barcellona. Sono ben otto i titoli vinti nel corso degli ultimi undici campionati: per Leo Messi si tratta della decima Liga che ha conquistato da quando indossa la maglia del Barça, mentre la quota dei trofei adesso sale addirittura a 34. Con questa ennesima Liga aggiunta in bacheca, Messi ha superato l’amico Iniesta, che si era fermato a nove trofei.

Come arriva il Liverpool

Dall’altra parte, invece, il destino del Liverpool in Premier League non è ancora ben definito. La squadra di Klopp, infatti, sta cercando di sfilare il titolo dalle maglie del Manchester City e sarà una sfida fino all’ultima giornata. Nell’anticipo della 36° giornata, i Reds hanno battuto senza problemi l’Huddersfield Town con un secco 5-0 e continuano ad alternarsi in classifica con gli uomini di Guardiola, che hanno prontamente risposto con la vittoria risicata sul campo del Burnley.

Tottenham – Ajax, chi andrà in finale?

Arrivati a questo punto, sognare di mettere le mani sulla coppa più bella è lecito, sia per gli olandesi che gli inglesi. Dopo aver tolto di mezzo due legittime pretendenti al titolo come Juventus e Manchester City, adesso Ajax e Tottenham sono pronti a sfidarsi per agguantare la finale. Entrambi gli allenatori si sono presentati in conferenza stampa con grande carica, molto felici per affrontare per la prima volta nella loro carriera una semifinale di una competizione così importante. Il Tottenham dovrà rinunciare ancora una volta al suo attaccante più forte, Harry Kane, ma ci sarà un’altra assenza pesantissima, ovvero quella del coreano Son, che dovrà stare fuori per squalifica. Anche Ten Hag, l’allenatore dell’Ajax, non vuol sentire parlare di sazietà: l’appetito per arrivare finale è tanto e gli olandesi non hanno intenzione di fermarsi proprio sul più bello. Il concetto di gioco di squadra, fatto di passaggi molto rapidi, soprattutto nelle ripartenze, rende l’Ajax una squadra estremamente pericolosa, che potrebbe sfruttare gli spazi lasciati dal Tottenham per colpire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.