CAOS MOBILITA’: 11 maggio un nuovo sciopero a Roma

Un lungo striscione giallo appeso sulle inferiate dagli autisti rivela la situazione di queste persone che da marzo non ricevono lo stipendio “basta ricatti, basta sfruttamento”: questo il logo che si legge sullo striscione.

Già lo scorso inverno gli autisti della Tpl sono ricorsi a scioperi e fermi di autobus, per ottenere ciò che spetta loro di diritto: il loro salario.

Ancora una volta si vedono costretti a bloccare la mobilità di Roma.

Questa mancanza che l’azienda ha nei confronti dei suoi lavoratori non solo provoca danni a loro, ma anche ai cittadini.

Una delegazione dei lavoratori è stata accolta dall’assessore della mobilità Linda Meleo che ha dichiarato <<stiamo esaminando le carte per vedere se è possibile ritirare l’appalto, avviando i pagamenti diretti dei dipendenti, ma l’azienda sta ponendo resistenza impedendoci di accedere ai dati>>.

Uno sciopero generale di 24h è previsto giovedì 11 maggio; questo interesserà bus, tram, metropolitane e la tratta delle ferrovie Roma-lido, Termini-Centocelle e Roma-Civitacastellana-Viterbo.

L’Atac garantirà comunque le fasce protette: 8.30, 17-20. Mentre gli autisti della Tpl hanno indetto uno sciopero di quattro ore dalle 8.30 alle 12.30.

Gloria Donati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.