“IMMERSI” NELL’EGITTO DI BELZONI CON LE EMOZIONI MULTIMEDIALI DRAWLIGHT Dal 25 ottobre al 28 giugno in prima visione a Padova “L’Egitto di Belzoni”. Una mostra 2.0 tutta da vedere, ma soprattutto tutta da vivere…

“IMMERSI” NELL’EGITTO DI BELZONI CON LE EMOZIONI MULTIMEDIALI DRAWLIGHT

Dal 25 ottobre al 28 giugno in prima visione a Padova “L’Egitto di Belzoni”

Una mostra 2.0 tutta da vedere, ma soprattutto tutta da vivere…

Una grande mostra con la ricostruzione fedele degli ambienti grazie ad affascinanti effetti speciali e innovative tecnologie digitali. L’Assessorato alla Cultura del Comune di Padova promuove al Centro Culturale Altinate San Gaetano l’esposizione “L’Egitto di Belzoni”, in occasione del bicentenario del rientro in città del famoso esploratore, pioniere dell’archeologia e figura di primo piano dell’egittologia mondiale.Tema i tre viaggi compiuti lungo il Nilo agli inizi dell’Ottocento, molti i preziosi reperti presenti provenienti da diversi musei italiani ed esteri, alcuni dei quali esposti per la prima volta al pubblico. Un impatto emozionale forte, rappresentato dall’immersione del visitatore negli scenari che Belzoni si ritrovò davanti ai suoi occhi, per rivivere così, in una sorta di diretta, le esplorazioni e i ritrovamenti di allora. Grazie infatti alle inedite soluzioni tecnologiche creative e multimediali proposte dal team di artisti di DrawLight, scientificamente ideate, “costruite e allestite” per veicolare messaggi ed emozioni, il pubblico si trasformerà magicamente in infiniti Belzoni. Si addentrerà nelle straordinarie tombe, nei meravigliosi templi, nel buio delle Piramidi, lottando per le fatiche e assimilando al tempo stesso il piacere della scoperta.

«Nel momento in cui la tecnologia affianca un forte valore comunicativo, si può vivere appieno il presente e trovare una forte connessione col passato» – afferma Mick Odelli, Founder DrawLight.  «La potenza espressiva di questa dinamica se applicata nell’ambito museale è cruciale oggi. Si rafforza la comunicazione nel fatto di poter effettivamente essere Belzoni per un attimo. Sta tutta qui, la forza del futuro di dare valore al passato».«Grazie a Gruppo icat abbiamo avuto il piacere e l’onore di impegnarci nuovamente per valorizzare ed esaltare il territorio padovano dove siamo nati e cresciuti come studio creativo, realizzando un’installazione importante e rappresentativa come “L’Egitto di Belzoni”», dichiara Alberto Gentilin, Sales Strategist DrawLight. «Un percorso immersivo/culturale che ci ha permesso di mettere in opera l’evoluzione delle nostre competenze in ambito artistico digitale e che ha soprattutto la forza di saperci riportare alla maestosità e intensità del nostro passato, per ricordarci di guardare sempre con occhi nuovi al futuro. Non perdetela!». Un real time con coinvolgimento spaziale nel mondo della storia attraverso la stimolazione sensoriale che entra nella narrazione, insieme al coinvolgimento emotivo da cui scaturiscono sensazioni e stati d’animo. L’Egitto di Belzoni nello storytelling immersivo di DrawLight: un’esposizione unica per un’esperienza altrettanto unica da vivere in diretta al Centro Culturale Altinate San Gaetano in Via Altinate 71 a Padova.

DrawLight

Fondato nel 2008 da Mick Odelli e Lorenzo Beccaro come studio creativo specializzato in media immersivi e installazioni tecnologiche d’avanguardia, DrawLight è oggi un collettivo di artisti che mira a stimolare nelle persone una maggiore consapevolezza del sé attraverso arte, tecnologia, creatività e scienza.  Nato dalla sinergia tra know-how differenti nell’ambito dell’arte digitale, della progettazione architettonica e delle nuove tecnologie, il collettivo mira a innovare il settore museale, del retail e del wellness.  Attraverso un approccio Human Centered e neuroscientifico (volto a capire i meccanismi che regolano le percezioni e il comportamento umano) DrawLight studia le emozioni e gli stati d’animo per poterli poi stimolare nelle persone attraverso esperienze e percorsi immersivi.

Risalgono al 2010 le prime sperimentazioni di arte digitale con la prima proiezione al mondo mappata a 360° su scultura, in collaborazione con l’artista Rabarama.

All’inizio del 2014 lo Studio produce autonomamente June Immersive Musical, il primo musical immersivo al mondo con scenografie dinamiche interamente mappate, spettacolo con il quale debutta in India al Tech Fest di Mumbai di fronte a più di 10.000 spettatori.

Nel 2015 DrawLight realizza per EXPO Milano e la Fondazione Altagamma: Panorama un’opera immersiva a 360° che racconta, le bellezze uniche e il patrimonio artistico-culturale italiano.

Lo stesso anno da vita al progetto spin-off Senso Immersive Experience, brevetta TECA e Scrigno (espositori dall’anima tecnologica) e lancia Immersive Experience permanenti come VEDO (un sistema brevettato di proiezioni dinamiche) e ONDA (installazione artistica collocata presso il nhow Milano Hotel in via Tortona).

Nel 2018, a dieci anni dalla sua fondazione, DrawLight matura una forte consapevolezza artistica evolvendo in un laboratorio di idee e sperimentazioni d’arte che le permettono di essere precursore nel campo delle mostre immersive.

Realizza la mostra Massimiliano e Manet. Un incontro multimediale, per il Museo del Castello di Miramare e cura per Cose Belle d’Italia Media Entertainment l’esperienza immersiva Magister Canova presso la Scuola Grande della Misericordia a Venezia.

Alle sperimentazioni in ambito artistico il collettivo affianca una vocazione esperenziale e di ricerca scientifica orientata al wellbeing in ambito wellness e retail.

Così nasce Plaza Sensory Pool, la prima piscina sensoriale d’Europa e primo esperimento di Immersive Wellness: un’innovativa esperienza di benessere, basata sulla ricerca neuroscientifica, che rappresenta un nuovo modo di concepire e vivere le terme e la SPA.

Il 2019 si apre con un’importante collaborazione con WHITE, nell’ambito del fashion project dall’anima green GIVE A FOKus. Il collettivo crea SYNC: un’installazione artistica e immersiva creata per permettere alle persone di ritrovare il proprio focus e ri-sincronizzarsi con la natura, con la società e con sé stessi.

Nel settembre 2019 DrawLight è stata premiata come avanguardia imprenditoriale come Best Practices nell’ambito del progetto “La Valorizzazione del Patrimonio Culturale e del Turismo” da Unioncamere del Veneto e Camera di Commercio di Padova e ha ricevuto la “Targa Venezia. Leonardo 500: il Cinema Prima del Cinema”, dedicata a Leonardo come azienda che si è distinta negli ambiti dell’indotto del settore spettacolo, in particolare della Cultura, dell’Editoria, della Scenografia, dell’Artigianato e dell’Industria.

www.drawlight.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.