”La natura è il qui ed ora” Intervista a Naki, un viaggio di amore ed energie positive.

”Siamo tutti parte della stessa energia e siamo solo diverse manifestazioni di essa”

Ho avuto il piacere di intervistare per la prima volta Annachiara Chemello, meglio conosciuta come Naki, ha 22 anni, insegnante di yoga, ed è conosciuta grazie al suo canale Youtube, che conta ad oggi ben 19.499 iscritti, in cui condivide i suoi pensieri, lezioni di yoga fatti da lei stessa, tutto ciò che concerne il vegan life style, tutto ciò che riguarda lo zero waste(zero sprechi), consigli sulle piante e molti DIY(fai da te).

Un canale Youtube molto interessante per chi vuole avvicinarsi a questo stile di vita sano o semplicemente per chi vuole saperne di più sullo yoga e sul veganismo.

  • Quando hai deciso di convertire il tuo stile di vita ”classico” in vegan? Perchè?

Questo percorso è partito tanto tempo fa. Sono diventata vegetariana in terza media, avevo 13/14 anni, quindi quasi 10 anni fa e poi sono diventata vegana 5 anni fa. Un giorno semplicemente ho iniziato a fare volontariato in un canile, quindi a conoscere persone più sensibili al modo in cui vengono trattati gli animali. Poi vidi un video sul modo in cui venivano trattati i maialini negli allevamenti e lì mi si è aperto un mondo, perchè non ci avevo mai pensato. Crescendo non ti fai tante domande, nel senso che se i tuoi genitori ti danno da mangiare la carne non ti chiedi perchè, davo per scontato che andasse mangiata e non avevo mai fatto caso al fatto che quelli che mangiavo erano animali come i miei cani, e quel giorno ho pensato ”io non mangerei mai il mio cane perchè devo mangiare gli altri animali?” Quel giorno ho proprio avuto una presa di consapevolezza e da li non sono più riuscita a mangiare carne. Non mi andava di continuare ad essere complice della sofferenza degli animali, anche se ci saranno tante cose che faccio che fanno soffrire qualcuno però io non lo so, questo invece lo so.

Crediti: Giorgia Caleca
  • E’ stato difficile cambiare le tue abitudini? E’ un cambiamento avvenuto da un giorno all’altro o c’è stato un periodo di transizione?

E’ stato un cambiamento graduale,ma non è stato difficile, nel senso che ad alcune cose non ci avevo mai pensato a come trovare un alternativa ma è una cosa che sentivo così tanto dentro che non lo definirei così difficile.

  • Come lo vivi? La reazione della tua famiglia? La reazione della società al tuo cambiamento?

La mia famiglia, soprattutto mia mamma, era preoccupata dato che avevo 14 anni e allora non c’era tutta questa informazione mediatica che c’è oggi e lei era spaventata dal fatto che non riuscissi a crescere bene e che avessi delle carenze, ma io ero così determinata e le ho dimostrato che mi stavo informando anche a livello di salute e non solo di etica, sapendo che forzarmi non mi sarebbe servito a nulla. La mia famiglia mi ha sempre lasciato libera. Un giorno non mi sentivo bene con la mia coscienza e mi sono sentita di voler diventare vegana e lì è stato più graduale perchè si parlava anche di vestiario, e di tutte queste cose e piano piano ho adattato il mio stile di vita. All’inizio è stato difficile e quando io sono diventata vegana non c’era stato il boom del veganismo quindi se ne parlava poco e vivendo in un paesino piccolo nessuno sapeva cosa fossero i vegani e io ero l’unica vegana che conoscevo , e quindi all’inizio ci sono state le prese in giro da parte dei compagni di classe.  Era un pò più difficile andare a mangiare fuori con gli amici perchè dovevo sempre spiegare al cameriere cosa volesse dire essere vegana, che poi bastava farmi la pizza senza mozzarella però sembrava sempre che stessi chiedendo una cosa assurda.
Mi sono poi abituata alle critiche, io sono una persona molto tranquilla quindi quando gli altri tentano di dirmi che sto sbagliando rispondo sempre in modo molto tranquillo.

  • Lo scopo del tuo canale YT. Hai avuto qualcuno che ti ha ispirato o è stata un idea che è partita da te?

Non c’è uno scopo nel mio canale youtube, a me piace diffondere amore ed energie positive però è un percorso non un fine ultimo.
Sono stata ispirata da Shanti Lives e anche da Simona , e poi tante altre persone meravigliose che continuano ad ispirarmi e tutta la community vegan. E’ una cosa che volevo da un bel pò di tempo e poi vedendo belle persone che lo facevano ho pensato che potevo farlo anche io , è un pò il mio spazio, mi piace condividere una parte del mio mondo su youtube e penso di avere questo grande potere, che tutti abbiamo, di diffondere amore ed energie positive nel mondo e di condividere le idee in modo pacifico per ispirarsi a vicenda, e credo sia importante in un mondo che può dividerci. Ognuno di noi può fare qualcosa per cambiare il mondo, sia per il discorso alimentazione che zero waste.

  • In uno dei tuoi video della playlist ”Vegan Lifestyle”, dici che ”Il modo per andare oltre lo sfruttamento delle risorse del nostro pianeta, per cercare di trovare una soluzione sia informarsi non puntarsi il dito l’uno contro l’altro per cercare di dare la colpa a qualcuno”. Siamo in un era in cui l’informazione è libera, cosa diresti e quali siti/libri consiglieresti a coloro che si limitano solo a leggere un articolo e credono a tutto ciò che gli viene detto? 

La cosa bella dell’Internet è che ognuno può dire la sua ma è anche un risvolto negativo nel senso che le persone leggono un articolo e non controllano le fonti e lo prendono per verità assoluta, e questo è un grande problema perchè le persone iniziano a farsi la guerra tra di loro, e queste energie spese a farsi la guerra possono essere investite in cambiamenti costruttivi che ognuno può fare. Quello che vorrei dire a tutti è che prima di puntare il dito fermatevi a pensare a cosa si può fare per cambiare le cose. Non sono la persona adatta a dire quali sono i siti più validi per informarsi ma bisogna informarsi di più e sentire varie campane.

  • Tendi a trasmettere la tua scelta a terzi?

Tendo a trasmettere la mia scelta ma non di proposito, non credo di avere la verità in mano perchè la scelta di mangiare vegano è la scelta che io sento più giusta per me nella mia vita adesso, ma non voglio dire che è la scelta giusta per tutti e tendo sia poco efficace convincere le persone su quale sia la cosa giusta.  Quello che faccio è vivere la mia vita condividendo la bellezza e quello che ho riscontrato è che molte persone intorno a me si sono incuriosite verso l’alimentazione vegana perchè mi vedono sana, felice e in pace con me stessa e con il mondo, e quindi riflettono su questa cosa e sul veganismo e mi chiedono cosa faccio, ricette e libri e quindi alla fine sono diventate vegane ma non perchè sia stata io a dirglielo, io vivo la mia vita condividendo ciò che faccio.

  • Qual è il tuo orientamento spirituale?

Non mi rivedo all’ìinterno di nessuna religione, credo nello yoga che è una filosofia di vita molto libera, ci sono dei principi spirituali ma che se non li applichi nessuno va a bannarti dallo yoga. Io mi riconosco in questi principi e cerco di applicarli. Quello fondamentale e in cui io credo moltissimo è che tutto è uno e che siamo tutti parte della stessa energia e siamo solo diverse manifestazioni di essa da ciò deriva il mio rispetto verso il mondo e questa è la base da cui parto nella mia vita.

  • Hai mai pensato di tornare alle tue vecchie abitudini?

Assolutamente no perchè sto davvero bene, la mia è una continua evoluzione. Avendo la consapevolezza difficilmente tornerei indietro.

  • Come ti aiuta lo Yoga?

E’ parte fondamentale della mia vita perchè quando srotolo il tappetino la mattina e inzia la mia pratica c’è questo momento di grande unione con me stessa che mi ricorda che sono parte di un unica realtà e di grande energia. E’ la connessione a me stessa che mi porta a connettermi con tutto ciò che mi circonda.

  • E’ una pratica che consiglieresti a chiunque o ci sono dei ”requisiti” per praticarlo?

Non ci sono dei requisiti. L’unico requisito è quello di avere voglia di mettersi in gioco in quanto essere, avere voglia di provare e sperimentare qualcosa di nuovo. Tutti possono praticarlo. 

  • Ho notato che hai una passione per le piante e, se non erro, hai due cani. Che rapporto hai con la natura?

Io mi sento una parte di questo tutto, lei è la madre terra ed è una terapia stare in mezzo alla natura, curare le mie piante e stare con i miei cani. Cerco di immergemi nella natura ogni giorno e ascoltare e osservare. Stare in mezzo alla natura, per me, è un esercizio di presenza mentale perchè sono talmente immersa in lei che non posso perdermi a pensare ad altro, la natura è il qui ed ora.

  • Consigli per chi vorrebbe iniziare a praticare yoga e ad adottare un’alimentazione vegana?

In entrambi i casi bisogna avere una mente aperta e non chiudersi su delle condizioni e su dei dogmi ma permettere all’energia di fluire e lasciarsi guidare dal flusso di energia e di emozioni, non scacciare nessun emozione perchè quando facciamo questi percorsi vengono fuori tante cose che abbiamo chiuso dentro di noi e questo ci spaventa. Permettiamoci di cambiare e di vivere. Sono dei consigli poco pratici ma sono quelli che mi sento di più. Per l’alimentazione vegana bisogna informarsi bene e c’è questo libro che ho letto ”Mangiar sano e naturale con alimenti vegetali e integrali” di Michele Riefoli, è ottimo ed è molto completo. Per lo yoga bisogna andare a sensazione. Provare più stili e più insegnanti fin quando non c’è quella che ti fa fare click. Non fermarsi continuare sempre la propria ricerca, perchè se sento che un percorso non fa più per me va lasciato andare perchè siamo in continua evoluzione.
Il dono che possiamo fare a noi stessi è accogliarci e lasciarci andare.

Link

 Youtube: Naki
Instagram: naki.yoga.earthling
Facebook: Naki Yoga

Valentina Mauriello

Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato su tutti i nostri articoli!

1 thought on “”La natura è il qui ed ora” Intervista a Naki, un viaggio di amore ed energie positive.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.