ADELAIDE al Vilòn, un’accoglienza dedicata in un’atmosfera vagamente esotica, tra felci, filodendri e molti fiori.

ADELAIDE al Vilòn, un’accoglienza dedicata in un’atmosfera vagamente esotica, tra felci, filodendri e molti fiori.

Si suona il campanello, si trovano tavoli e piatti dedicati, un patio che fa tanto vacanza esotica 

pur essendo nel cuore del più bel Rinascimento romano

C’è un’atmosfera quasi esotica nel patio, o corte, riservato ed intimo di Adelaide al Vilòn in via dell’Arancio 69. Sembra quasi di stare nel giardino segreto di un riad marocchino, eppure siamo in un’ala di uno dei palazzi tardo rinascimentali più belli di Roma. Palazzo Borghese, altresì noto come il Cembalo, una delle cosìddette quattro “meraviglie”.

Anche all’interno il mood è vagamente coloniale, tra citazioni di viaggio e lontane geografie, mentre chi siede in giardino gode di un effetto jungle, un po’ bohemien; l’ideale per cenare nelle sere d’estate o prendere un aperitivo alla luce della tante candele sparse in giro e delle lanterne volutamente un po’ fioche alle pareti. Un’enclave intima e silenziosa per la Capitale, lontani da ogni frastuono. In sottofondo solo la musica di una Play List che cambia a seconda delle ore della giornata ma è sempre un Sound Charming Vilòn.

Si sta sotto grandi ombrelloni, seduti su divanetti a parete e tavoli distanziati. Il servizio, curato da Samule Florio, è attento ma molto affabile, accogliente.

Per chi vuole l’esclusività più assoluta, c’è il ninfeo, una piccola quadreria color arancio aperta sul patio, quindi di fatto anch’esso uno spazio aperto, solo appena un po’ più intimo, con un solo tavolo dedicato da riservare tutta per sé, per una coppia o al massimo quattro persone, una cena in famiglia o tra amici.

Cucina gioiosa quella di Gabriele Muro, essenziale, vera, ricca di sapori, colore.

Molte le novità nel menu estivo e i piatti più amati, i classici di Adelaide e tra questi tanto pesce “perché d’estate sento ancora di più il richiamo del mio mare” dice sorridendo Gabriele sognando di fare un salto a Procida per qualche giorno, magari riportando i suoi limoni.

Nel Menu di Adelaide piatti dal gusto contemporaneo, ma estremamente veri, che soddisfano il gusto. Sapori ben distinti che spaziano nella cucina mediterranea, per esempio Quell’estate a Procida, ravioli ripieni di bufala, acqua di pomodoro e basilico. Fuori menu, ma tra i classici, Capriccio d’Estate, linguine di Gragnano mantecate ai ricci di mare, carpaccio di pezzogna, menta, capperi e limone candito, uno dei piatti signature dello Chef. Uno stile fatto di semplicità e memoria, intuizione e talento, concretezza e creatività equilibrata, idee, stagionalità dei prodottti, tecnica solida nel pieno rispetto e valorizzazione delle materie prime reperite solo presso piccoli produttori. Un mix di tradizione e contemporaneità. Una cucina appassionata, gioiosa, come sintetizza emblematicamente Alice nell’Orto delle Meraviglie, quasi l’incanto di una favola impiattata. Grande piatto Una Nobile Anatra, anatra in olio cottura, patate boulangère e salsa barbecue. Molta attenzione a grissini, focaccia, pane da lievito madre tutto fatto in casa. Buona scelta degli olii, spesso del Lazio ma non solo. Bella la Carta dei Dolci.

ADELAIDE Vilòn-Executive Chef Gabriele Muro

Si può cenare alla Carta o scegliere il Menu degustazione di 5 portate più Amuse Bouche e Piccola Pasticcieria  80 € vini esclusi.

Sapore e colore a tavola anche nella mise en place grazie ai contrasti cromatici e alle fantasie delle stoviglie della Manifattura Ginori e alle porcellane di gusto orientale.

Non resta che tornare allora in questo posto del cuore un po’ difficile da scovare forse, e chissà anche per questo ambito, ma che merita tutta la ricerca per guadagnarsi una pausa di piccola felicità, una serata da godersi molto slowly.

Adelaide e In Salotto Ristorante & Bar all’interno del VILÒN Luxury Hotel

Via dell’Arancio 69 – 00186 Roma

tel. 06/878187

www.hotelvilon.com

lunedì- sabato ore 12.00 – 14.30 e 19.00 – 22.30

su prenotazione

domenica chiuso

Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato su tutti i nostri articoli!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.