ink-316909_960_720

“Poiesis” di David Taglieri: “La reunione dei poeti”

La reunione dei poeti

In una  Roma che profumava di saggezza e leggerezza Dante sfido’ a duello Leopardi in una gara di scherma filosofica…

Passava da lì Pirandello anche se il tempo sembrava fermo ed il vino nella botte rammentava  un’antica sapienza.

Beatrice attendeva un messaggio, ma non volgare da telefonino contemporaneo,

un messaggio dal cielo che l’avvertisse di un ritardo.

Continue reading ““Poiesis” di David Taglieri: “La reunione dei poeti””

Cattura

[COMUNICATO] Presentata la mostra “HOKUSAI HIROSHIGE. Oltre l’onda” | Da domani al Museo Civico Archeologico di Bologna

HOKUSAI HIROSHIGE. Oltre l’onda
Capolavori dal Boston Museum of Fine Arts

a cura di Rossella Menegazzo con Sarah E. Thompson

Bologna, Museo Civico Archeologico
12 ottobre 2018 – 3 marzo 2019

www.oltrelonda.it

Il Museo Civico Archeologico di Bologna, dal 12 ottobre 2018 fino al 3 marzo 2019, ospiterà le opere dei due più grandi Maestri del “Mondo Fluttuante”: Katsushika Hokusai (1760 – 1849) e Utagawa Hiroshige (1797 – 1858).

La mostra HOKUSAI HIROSHIGE. Oltre l’onda. Capolavori dal Boston Museum of Fine Arts espone, per la prima volta in Italia, una selezione straordinaria di circa 250 opere provenienti dal Museum of Fine Arts di Boston. Il progetto, suddiviso in 6 sezioni tematiche, curato da Rossella Menegazzo con Sarah E. Thompson, è una produzione MondoMostre Skira con Ales S.p.A Arte Lavoro e Servizi in collaborazione con il Museum of Fine Arts di Boston, promosso dal Comune di Bologna | Istituzione Bologna Musei e patrocinato dall’Agenzia per gli Affari Culturali del Giappone, dall’Ambasciata del Giappone in Italia e dall’Università degli Studi di Milano.
Continue reading “[COMUNICATO] Presentata la mostra “HOKUSAI HIROSHIGE. Oltre l’onda” | Da domani al Museo Civico Archeologico di Bologna”

Ennio Coltorti

[COMUNICATO] 35 anni dopo l’arresto, BUSCETTA Santo o Boss? Teatro Stanze Segrete dal 24 ottobre al 4 novembre 2018

Ennio Coltorti
in
Buscetta, Santo o Boss?
di  Vittorio Cielo
e con Matteo Fasanella

Regia Ennio Coltorti

Musiche di Nicola Alesini 

Prima Nazionale dal 24 ottobre al 4 novembre  2018 
Teatro Stanze Segrete Via della Penitenza 3  (Roma)

Il 23 ottobre 1983 quaranta poliziotti circondano la villa a San Paolo del Brasile di Tommaso Buscetta, e lo arrestano mentre è con Leonardo Badalamenti, figlio del boss “Tano” Badalamenti, colpevole della morte di Peppino Impastato, il martire dei “Cento Passi”.

35 anni esatti dopo quell’arresto, la PRIMA NAZIONALE di “BUSCETTA” celebra una data che segna la storia d’Italia come poche altre.  Continue reading “[COMUNICATO] 35 anni dopo l’arresto, BUSCETTA Santo o Boss? Teatro Stanze Segrete dal 24 ottobre al 4 novembre 2018”

Luigi_Di_Maio_and_Matteo_Salvini

Salvini e quelle insopportabili similitudini: al di là del bene e del male.

Buonismo e populismo sono le due parole che affannosamente si rincorrono nei titoli dei giornali. Buonismo a sinistra, populismo a destra ma da qualsiasi parte si volga il capo è chiaro che in Italia di questi tempi si sa ciò che Socrate riteneva di non sapere e  tocca scomodare Leo Longanesi per quella lucida quanto attuale descrizione che riassume perfettamente come anche oggi, a distanza di anni, mala tempora correvano e mala tempora currunt:

Fra Facta e Mussolini, il paese aveva già fatto la sua scelta: il primo è un onest’uomo, con due baffi bianchi, ignoto a tutti, incapace di uscire dalla tutela giolittiana; il secondo ha due occhi autoritari, il passo spedito, la voce risoluta. Il primo spera, il secondo vuole, e tutti gli italiani vogliono.

Gli italiani vogliono. Cosa? Tornare sicuri nelle loro tiepide case, direbbe Pavese. Chi non lo vorrebbe? In fondo l’amore per il prossimo è sempre qualcosa di secondario, in parte convenzionalmente e arbitrariamente apparente rispetto al timore per il prossimo. È storia. Continue reading “Salvini e quelle insopportabili similitudini: al di là del bene e del male.”

Cattura confische

Gli italiani e le confische fasciste. Tra memoria e perdita di memoria, vizio Italiano!?

Confische fasciste e leggi razziali.

L’America, attraverso la filmografia,  di Spielberg, per citarne uno, vedi “The Last Days” o “Schindler’s list“, ha reso testimonianza denunciando l’orrore mondiale del nazismo, al di là di ogni revisionismo, e senza dimenticare gli orrori di casa propria, rappresentati dai grandi errori della frontiera americana, con l’eccidio del popolo indiano pellerossa, lo schiavismo e l’eccidio del Vietnam.

In casa nostra?

In Italia, il problema è sempre stato di non aver mai proseguito una disamina profonda del nostro essere stati fascisti. C’è un Continue reading “Gli italiani e le confische fasciste. Tra memoria e perdita di memoria, vizio Italiano!?”

29d69fc6-a5fa-11e8-be02-596a68f60c3c_5e308e979cce63b6122d8e08d8040927-kkiG-U1120164746132bgG-1024x576@LaStampa.it

Caso Diciotti, nell’Italia dell’Est e nell’Europa dei muri

Dopo il caso della “Diciotti” si rafforza il cosiddetto  asse sovranista  tra l’Italia giallo-verde e il gruppo di Visegrad (Polonia, Repubblica Ceca, Ungheria e Slovacchia), anche grazie all’incontro  tra il primo ministro ungherese Viktor Orban e il ministro dell’Interno italiano Matteo Salvini nella prefettura di Milano e il colloquio  tra il presidente del consiglio italiano Giuseppe Conte e il premier ceco Andrej Babis a Roma.

Sia la vicenda della “Diciotti” che l’asse sovranista dividono l’Esecutivo: prima la “fronda di sinistra” all’interno del Movimento Cinque Stelle contro Salvini, poi la frenata del ministro degli esteri Enzo Moavero Milanesi sul paventato “stop” al versamento dei contributi nel Bilancio UE, minacciato dal vicepremier Luigi Di Maio per tentare di convincere l’Europa ad accogliere le richieste Continue reading “Caso Diciotti, nell’Italia dell’Est e nell’Europa dei muri”