Hikikomori: adolescenti schiacciati dalla società; anche gli anime ne parlano.

La solitudine è un sentimento tanto bello quanto pericoloso se ne abusiamo. È il caso degli hikikomori, distrutti dalla società.

Solitudine, un sentimento che può far paura ad alcuni ma che è amato da altri.

La solitudine è vista come grande nemica dell’uomo, anche il più forte degli uomini ha la grande paura di essere solo.

Per molti altri la solitudine è un beneficio, un privilegio o addirittura una conquista. Ad oggi posso dire che la solitudine domina la nostra vita.

I “social”, un nome ironico per degli strumenti che in realtà hanno portato le persone ad isolarsi e a chiudersi in sé piuttosto che farsi aiutare o cercare in un qualche modo di risolvere i propri problemi e farsi forza.

È il caso degli hikikomori.

Hikikomori letteralmente significa “stare in disparte, isolarsi”.

È una reazione al mondo da parte di molti adolescenti, troppi perché questo non sia classificato come un vero e proprio fenomeno o addirittura come una malattia.

Chiusi in casa rifiutano la società e il mondo stesso, non guardano oltre il loro computer, le giornate passano e loro rimangono li chiusi in sé stessi senza mai mettere il naso fuori casa.

Molti hanno trovato lavori online e ciò contribuisce ancora di più alla loro chiusura.

Come si può notare l’Internet e i social non fanno altro che contribuire alla forte solitudine e ai grandi muri che sempre più persone tendono a costruirsi pur di non affrontare la vita che li aspetta.

Questi ragazzi sono disprezzati dalla società e la causa per cui rifiutano qualsiasi tipo di contatto con la vita sociale e con il mondo in generale, per lo più sono traumi vissuti in passato, o frustrazione per il lavoro, bullismo.

Questi argomenti vengono trattati per lo più in alcuni anime che cito qui di seguito:

Net-juu no susume: la storia parla di Moriko Morioka, trent’anni, single e che è appena stata licenziata e ciò l’ha portata a diventare un hikikomori. Chiusa in casa e nella rete, trova confronto in un gruppo di utenti che si ritrovano in rete per passare il tempo.

Tsuritama: Yuki Sanada, il protagonista, a causa del lavoro viaggia per tutto il Giappone, ed è il motivo principale per cui non riesce a farsi degli amici, ma arrivato sull’isola di Enoshima, Yuki troverà un gruppo di ragazzi con cui riuscirà a relazionarsi e ad instaurare una forte amicizia.

Yahari: Hachiman Hikigaya ha della vita una visione orribile e ciò lo porta a restare sempre in disparte e da solo, fin quando non viene obbligato dalla sua insegnante di iscriversi al club di volontariato della scuola.

Questi sono alcuni degli anime che trattano l’argomento.

Immagine: https://commons.wikimedia.org/w/index.php?title=User:Galiaoffri&action=edit&redlink=1

Valentina Mauriello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.