c

Intervista al Maestro Federico Capranica.

A seguito della visione dello spettacolo musicale/teatrale “Tutti contro tutti” del Coro Altavoce ho avuto il piacere e l’onore di intervistare il Maestro Federico Capranica, suo fondatore.

Il coro, nato nel 2010, si compone di circa 40 elementi; nello specifico 10 soprani, 15 contralti, 10 tenori e 5 bassi. Il Maestro Capranica si avvale dell’aiuto della vocal coach e co-direttore Elsa Baldini e dal noto coreografo Roberto Croce.

Il repertorio è variegato, e il Coro spazia tra differenti generi musicali; ciò è reso evidente nella messa in scena dello spettacolo “Tutti contro tutti” che da aprile 2016 è presente nel calendario di molti teatri romani. Lo spettacolo, infatti, permette di ascoltare le più belle canzoni che hanno fatto la storia della musica, intervallate da scene teatrali divertenti basate sui luoghi comuni tipici del mondo dello spettacolo. Continue reading “Intervista al Maestro Federico Capranica.”

20170205_101149

Venezia, la laguna e sue isole: tra storia e contemporaneità.

“Se dovessi cercare una parola che sostituisce ‘musica’ potrei pensare soltanto a Venezia”. (Friedrich Nietzsche)

Colpisce Venezia per la sua laguna ma ancor di più per la storia che la attraversa. È possibile osservare molteplici rimandi al periodo della Serenissima, in cui la città ha vissuto il suo apice di sfarzo e ricchezza. Per comprendere appieno la sua storia non ci si può esimere dal visitare non solo la splendida Basilica di San Marco, ma soprattutto il Palazzo Ducale, il quale è stato sede del doge, il Museo Correr che riesce a raccogliere in modo esaustivo l’arte e la storia della città, il Museo Archeologico nazionale e le Sale Monumentali della Biblioteca Nazionale Marciana, la quale è una tra le più grandi biblioteca italiane.

Continue reading “Venezia, la laguna e sue isole: tra storia e contemporaneità.”

c

Nomadi: un nuovo tour nel 2017

Nascono a Novellara (Reggio Emilia) nel 1963 e ancora oggi a più di mezzo secolo di distanza, guidati dallo storico tastierista Beppe Carletti, portano in giro per l’Italia i loro successi.
I Nomadi sono un gruppo musicale beat italiano, fondato nel 1963 dal tastierista Beppe Carletti e dal cantante Augusto Daolio. Hanno pubblicato fino al 2015 settantotto album tra dischi registrati in studio o dal vivo e raccolte varie costituendo una fra le più longeve band, sia a livello nazionale che internazionale.  In Italia sono il terzo gruppo italiano per vendite, preceduto dai Pooh al primo posto e dai Ricchi e Poveri al secondo. Il messaggio che sin dagli inizi i Nomadi trasmettono è di denuncia e impegno sociale; spesso, però, hanno accostato a tali temi anche l’amore e i sentimenti in genere. Tra i loro brani più famosi si distinguono Io vagabondo (che non sono altro), Dio è morto (se Dio muore, è per tre giorni poi risorge), Ti voglio, Un pugno di sabbia, Un giorno insieme, Crescerai, Ho difeso il mio amore, Tutto a posto, Canzone per un’amica, Io voglio vivere, Sangue al cuore e Dove si va. Continue reading “Nomadi: un nuovo tour nel 2017”

c

Può la vittima diventare colpevole?

Ogni giorno, purtroppo, si continua a udire la parola violenza. Essa non è solo fisica ma può essere o divenire mortificazione dell’animo. Purtroppo è molto più semplice comprendere e provare empatia per la vittima di una violenza fisica ma non è lo stesso quando la violenza è psicologica o semplicemente quando la vittima è talmente assuefatta al suo carnefice da non riuscire più a comprendere che ciò che subisce è solamente un male non meritato.

Nel mese di gennaio abbiamo assistito all’ennesimo caso di cronaca in cui una donna Ilenia Grazia Bonavera, ventiduenne di Messina, è stata cosparsa di benzina e bruciata viva, si presume dall’ex fidanzato. Continua a leggere