Molteplici le iniziative di Milano Pride sul tema dell’immigrazione

Milano Pride ritiene che sia molto importante dare spazio e sostenere iniziative che offrono l’occasione per parlare non solo dei diritti delle persone LGBT* ma più in generale di rispetto dei diritti umani e di solidarietà.

APERITIVO SOCIALE / TAVOLATA DELLA PACE #WithTheRefugee

Questa sera alle 18.00 migranti e nuovi e vecchi cittadini e cittadine milanesi parteciperanno ad una grande tavolata, un momento conviviale a cielo aperto per conoscersi, raccontarsi e condividere il piacere di stare insieme.

Stiamo vivendo uno dei periodi più cupi in cui i governi promuovono a livello globale politiche economiche e sociali predatorie. In particolare, in Italia, queste politiche manifestano un accanimento nei confronti di poveri e oppressi, soprattutto se provenienti da paesi in difficoltà. Proprio per questo in cerca di un rifugio e di protezione.” Commenta la onlus Cambio Passo impegnata nella tutela dei diritti di migranti, richiedenti asilo e rifugiati. Il quartiere di Porta Venezia continua ad essere un crocevia di esperienze vicine e lontane, di successo e di marginalità. Per questo abbiamo coinvolto il Progetto IO, Immigrazione e omosessualità, e alcuni rifugiati sudanesi la cui testimonianza fa luce su cosa stia succedendo nel paese africano.”

INIZIATIVE DI MILANO SENZA MURI E NESSUNA PERSONA E’ ILLEGALE

Milano Senza Muri e Nessuna Persona è illegale lanciano due iniziative che esprimono solidarietà ai naufraghi,alla capitana Carola Rackete e a tutto l’equipaggio della Sea Watch. #nessunapersoneèillegale lancia un forma di mobilitazione permanente in occasione dell’aperitivo sociale, mentre #milanosenzamuri propone a tutti di indossare sabato 29 giugno alla parata un nastro azzurro in segno di solidarietà.

IL PRIMO CARRO DEI MIGRANTI LGBT*

Per la prima volta alla parata di sabato 29 anche il carro dei Migranti LGBT, promosso dal Progetto IO, Immigrazioni e Omosessualità, e sostenuto dal CIG Arcigay e dalla rete Corpo ai diritti. Il Progetto IO è a sua volta una rete di soggetti (Certi Diritti, ArciLesbica Zami, il Grande Colibrì, Lesbiche senza Frontiere, Ala onlus) che supporta da anni donne e uomini richiedenti asilo costretti a fuggire dal proprio paese a causa del loro orientamento sessuale. Il carro sfilerà con una selezione musicale di brani dei paesi di origine, tra cui Senegal, Nigeria, Libia, Pakistan e Russia, in testa, la loro bandiera che unisce una striscia oro alle 6 dell’arcobaleno. L’oro è quello del tessuto tecnico delle coperte termiche con vengono soccorsi i migranti naufraghi nel Mediterraneo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.