“So tutto di te”: cosa accade quando ogni azione diviene inquietudine? Quando uscire di casa diviene “pericolo” e rimanere dentro “sospetto”?

Titolo: So tutto di te

Autrice: Clare Mackintosh

Editore: DeA Planeta

Sinossi

È il solito viso stanco quello che Zoe Walker, madre quarantenne e divorziata di due figli, intravede riflesso nel finestrino del treno che la sta riportando a casa. È un venerdì come tanti e, dopo un’intera settimana trascorsa ad assecondare un capo difficile, tutto ciò che desidera è accoccolarsi tra le braccia del nuovo compagno, Simon. Ma mentre, impaziente e distratta, sfoglia una copia della London Gazette, la sua mano si blocca di colpo. Perché il volto di donna che pare fissarla da quelle pagine gualcite, un po’ fuori fuoco ma inconfondibile in mezzo alle immagini equivoche delle hotline a pagamento, altri non è che il suo. E se i famigliari insistono che debba trattarsi di un errore o di uno scherzo, lei non può fare a meno di restarne turbata, anche quando l’indirizzo web che accompagna la foto si rivela inesistente. Ma le brutte sorprese, per Zoe, sono appena cominciate. Ben presto, infatti, sullo stesso giornale appare la foto di una sconosciuta, corredata dalla solita scritta: findtheone.com. Pochi giorni e la poveretta viene ritrovata morta alla periferia di Londra, vittima di un killer senza nome. Nessuno, nelle forze dell’ordine o in famiglia, sembra disposto a credere che tra questo episodio e gli oscuri annunci della Gazette possa esistere un legame. Ma mentre il conto delle vittime sale inesorabile, il sospetto che quella di Zoe non sia semplice paranoia si fa strada nella mente dell’agente Swift, abile e impulsiva detective in cerca di riscatto. Personaggi appassionanti, verosimiglianza, e una tecnica infallibile nell’architettare i più astuti colpi di scena: sono queste le doti che è impossibile non riconoscere a Clare Mackintosh. Parola di Paula Hawkins, Fiona Barton, Jojo Moyes, Lee Child. E di molti altri ancora.

Recensione

Cosa accade quando ogni azione diviene inquietudine? Quando uscire di casa diviene “pericolo” e rimanere dentro “sospetto”?

Zoe è una donna forte anche se dubita di esserlo; è una donna che un mattino si sveglia e trova la sua immagine sulla London Gazette che rimanda ad un hotline a pagamento e che si chiede, con un brivido gelido sulla pelle, come ciò sia avvenuto. È uno scherzo di pessimo gusto o qualcosa di più oscuro e pericoloso?

“La routine ti dà conforto. È familiare, ti tranquillizza.

La routine ti fa sentire al sicuro.

La routine ti ucciderà.”

Cosa faresti tu, lettore, se nel corso del tempo notassi che le persone la cui fotografia viene pubblicata sul giornale vengono uccise? stuprate? derubate?

Tu, sicuramente, ti rifugeresti negli affetti più cari, nel calore familiare, ma sei sicuro che troveresti amore o il sospetto diverrebbe così intrinseco in te da non lasciare spazio ad altro?

“So tutto di te” è un romanzo elettrizzante, in cui nulla è come ti aspetti e in cui si percepisce quanto la storia che scorre nelle pagine possa essere reale.

La scrittrice, Clare Mackintosh, domina la vicenda con penna sapiente e avere modo di conoscere la storia attraverso gli occhi di Zoe, dell’agente Swift e del creatore di tale follia, chiamata findtheone.com, rende il tutto interessante e visibile. Gli eventi si materializzano come una pellicola cinematografica in cui il lettore/spettatore non è estraneo ma facente parte della scena, con la medesima paura della protagonista e delle donne del romanzo, vittime inconsapevoli di sguardi viscidi, assassini e brutali!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *