Luigi_Di_Maio_and_Matteo_Salvini

Salvini e quelle insopportabili similitudini: al di là del bene e del male.

Buonismo e populismo sono le due parole che affannosamente si rincorrono nei titoli dei giornali. Buonismo a sinistra, populismo a destra ma da qualsiasi parte si volga il capo è chiaro che in Italia di questi tempi si sa ciò che Socrate riteneva di non sapere e  tocca scomodare Leo Longanesi per quella lucida quanto attuale descrizione che riassume perfettamente come anche oggi, a distanza di anni, mala tempora correvano e mala tempora currunt:

Fra Facta e Mussolini, il paese aveva già fatto la sua scelta: il primo è un onest’uomo, con due baffi bianchi, ignoto a tutti, incapace di uscire dalla tutela giolittiana; il secondo ha due occhi autoritari, il passo spedito, la voce risoluta. Il primo spera, il secondo vuole, e tutti gli italiani vogliono.

Gli italiani vogliono. Cosa? Tornare sicuri nelle loro tiepide case, direbbe Pavese. Chi non lo vorrebbe? In fondo l’amore per il prossimo è sempre qualcosa di secondario, in parte convenzionalmente e arbitrariamente apparente rispetto al timore per il prossimo. È storia. Continue reading “Salvini e quelle insopportabili similitudini: al di là del bene e del male.”

IMG-20180803-WA0010

Nuove Regole per Conciliare Lavoro e Famiglia: le donne divise tra figli e carriera

A settembre Consiglio, Parlamento e Commissione si riuniranno per approvare le proposte messe in campo dalla Commissione per l’Occupazione dello scorso 11 Luglio: le nuove regole potrebbero diventare realtà già nel 2019.

Che cosa chiedono gli eurodeputati? Nuovi standard minimi per quanto concerne i permessi dal lavoro per chi è genitore, introduzione di un congedo di paternità retribuito della durata di almeno dieci giorni destinato al padre, condizioni lavorative più flessibili per consentire alle donne madri di potersi inserire nel mercato del lavoro; l’intento è quello di contrastare le disuguaglianze di genere nel mercato del lavoro. I tassi di occupazione dimostrano come la cura dei figli e della casa gravi oltremisura sulle donne madri e che queste siano costrette il più delle volte a scegliere lavori part-time o nei casi più disperati molte sono costrette ad interrompere la carriera. Purtroppo nel nostro paese per le donne, ritornare a lavoro dopo la nascita di un figlio resta un miraggio: la conciliazione di carriera e cura della propria famiglia spesso non viaggiano di pari passo e in Italia le statistiche ci indicano come le alternative si dividano tra carriera e maternità. Per alcune invece la scelta non sembra essere poi così netta: ce Continue reading “Nuove Regole per Conciliare Lavoro e Famiglia: le donne divise tra figli e carriera”

Childfree

Childfree: le donne che scelgono di sterilizzarsi per non avere figli. Arrivato dall’America, ora il movimento si sta diffondendo in Italia. Non mancano le polemiche.

Dal movimento femminista degli anni 70′ molte cose sono cambiate per le donne, in Italia e nel mondo e, sebbene a persistere sia ancora quell’idea nient’affatto originale di ostacolare e discriminare i progressi della liberazione femminile (come non ricordare la recente campagna comunicativa del Ferility Day promossa dal Ministero della Salute) si è  giustamente riconosciuto che la donna non deve essere più soltanto moglie e madre e che anche lei ha diritto alla realizzazione personale ed all’affermazione sociale.

Che cosa significa essere Childfree? Il termine indica un modo piuttosto recente di vivere e pensare la femminilità: la decisione di non avere figli. Spesso chi non vuole avere figli è esposta in continuazione a congetture sui motivi: una donna che arrivata alla soglia dei trent’anni ama vivere ancora come Cyndi Luper in Girls Just Want To Have Fun, viene considerata da chi invece, i figli li ha, una forma di vita amorfa. Eppure le donne dovrebbero poter essere libere di rappresentare non solo e non più un ruolo biologico, si dovrebbe poter essere libere di dire senza ipocrisia che mettere al mondo dei figli è un impegno enorme e richiede sacrifici che non Continue reading “Childfree: le donne che scelgono di sterilizzarsi per non avere figli. Arrivato dall’America, ora il movimento si sta diffondendo in Italia. Non mancano le polemiche.”

Saramago,_José_(1922)-2

Ecce Roma: dal Romanzo di Saramago “Cecità” all’umana condizione.

Cecità. In un intricato e parossistico viaggio all’inferno, Saramago ci catapulta nel topos letterario della cecità: il contrappasso spietato.

Il Romanzo  del premio Nobel portoghese si lascia leggere e, ossimoro a parte, l’ho trovato illuminante e con una molteplicità di parallelismi all’umana condizione. Cecità, non solo perdita della vista per la quasi totalità dei personaggi, ma cecità come Continue reading “Ecce Roma: dal Romanzo di Saramago “Cecità” all’umana condizione.”

unagiornatatuttaperlei

ROMA – Una giornata tutta per Lei –Virginia Woolf alla Casa Internazionale sabato 9 giugno

Sabato 9 Giugno una giornata interamente dedicata a Virginia Woolf.  Il titolo: “Una giornata tutta per lei” non è che la parafrasi del noto romanzo “Una stanza tutta per se” scritto tra il 1928 e il 1929 in seguito a una serie di conferenze sul tema donne e romanzo. L’evento è stato organizzato dalla Italian Virginia Woolf Society ed è a cura di Nadia Fusini, Sara De Simone, Alessandra Bocchetti, Iolanda Plescia e Alessandro Fabrizi.

In occasione della giornata dedicata alla Sig.ra Woolf ripercorriamo uno dei suoi celebri romanzi che narrano la giornata di Clarissa Continue reading “ROMA – Una giornata tutta per Lei –Virginia Woolf alla Casa Internazionale sabato 9 giugno”

feminist-2923720_960_720

Continuano le proteste in difesa della Casa Internazionale delle Donne. Oggi in piazza all’Esquilino: la Casa siamo tutte.

Il controsenso di un’amministrazione che nella propria campagna elettorale ha portato avanti quell’idea innovativa di nuova forza che scende in campo per rompere i vecchi schemi di potere e finisce invece con lo sprofondare in quanto di più di tradizionale possibile, nella gestione del patrimonio e dell’intervento pubblico.

La Sindaca ha in uggia la parola “chiusura” e si affretta a scrivere che la decisione presa da questa amministrazione non è quella di chiudere la Casa delle Donne né procedere con lo sgombero ma l’intento è quello di rilanciare il progetto attualizzandolo rispetto alle mutate condizioni socio-economiche, urbanistiche e demografiche di Roma. Se alla Sindaca chiusura non piace, utilizzeremo un verbo Continue reading “Continuano le proteste in difesa della Casa Internazionale delle Donne. Oggi in piazza all’Esquilino: la Casa siamo tutte.”